ELENA FERRARA

Giugno 2013

7a Commissione, Istruzione pubblica e Beni culturali (13 giugno)

Durate la seduta a Commissioni Istruzione di Senato e Camera congiunte del 13 giugno, sono intervenuta a seguito delle comunicazioni del ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Maria Chiara Carrozza.
Nel merito delle nuove linee programmatiche, che ho condiviso anche con alcuni dirigenti scolastici, non posso che esprimermi fiduciosa per gli obiettivi posti e per le modalità innovative. 
Ho sottolineato comunque l’importanza di risposte rapide ed efficaci alle tante emergenze del settore Scuola, come il potenziamento della formazione professionale per far fronte alla dispersione scolastica. Un tema, quello della professionalizzazione dei giovani, che mi vede costantemente al lavoro anche in Commissione Agricoltura.

 

 

7a Commissione, Istruzione pubblica e Beni culturali (11 giugno)

La Commissione ha audito il Ministro per le pari opportunità, lo sport e le politiche giovanili, Josefa Idem, sulle linee programmatiche del suo Dicastero.
Sono intervenuta nel corso del dibattito, accogliendo i precedenti interventi e sottolineando un aspetto poco considerato: l’importanza dello sport nella crescita dei ragazzi. Un ambito della loro vita che potrebbe essere messo in difficoltà nell’ipotesi in cui l’orario scolastico venisse effettivamente ridistribuito nei pomeriggi della settimana, eliminando la presenza didattica durante il sabato mattina.